1986-90

Relazione attività 1989

       La Società Dalmata di Storia Patria nel corso del 1989 ha ultimato il trasloco dalla precedente sede di piazza Firenze 27 con il trasferimento di tutti i volumi nella nuova sede di via Zanardelli 1 con rec. postale via dei Soldati 25. La sede per le sue anguste dimensioni è stata dotata di una scaffalatura in ferro. E' stato così possibile dare inizio all'invio dei volumi a Enti ed Istituzioni per scambi.

       La Società nel corso dello stesso anno ha organizzato nel mese di aprile una conferenza tenuta dal Sen. Prof. Arduino Agnelli su Il risveglio delle nazioni in giornali zaratini del 1848 e nel successivo maggio il convegno su La Dalmazia in età moderna e contemporanea. Bilancio storiografico. Entrambe le manifestazioni si sono tenute nella Sala Igea di Palazzo Canonici-Mattei cortesemente messa a disposizione dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana a cui va il sentito ringraziamento della Società .

       Va rilevata l'importanza del convegno quale momento di collaborazione fra gli studiosi delle due sponde adriatiche nel comune intento di approfondire gli antichi legami fra popoli e civiltà che nell'Adriatico hanno trovato destini comuni Nel mese di dicembre 1989, infine, si è tenuto presso l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana una conferenza del socio corrispondente Geza Alfoldi su La Dalmazia nell'impero romano. E' ancora in corso di stampa il vol. XIII (N.S.2), a.a.1988/89 con i contributi dei Proff. Mastrocinque e Pavan, dell'Arch. Napoli, della Prof. Veceva, dei Proff. Kresten e Budrovich e della dr. Tolomeo. Il volume reca l'elenco dei Soci onorari, ordinari e dei soci stranieri.

La Dalmazia in età moderna e contemporanea. Bilancio storiografico. Roma 9-10 maggio 1989

Relazione scientifica

       La Società Dalmata di Storia Patria ha organizzato nei giorni 9 e 10 maggio 1989 il seminario su La Dalmazia in età moderna e contemporanea. Bilancio storiografico. La manifestazione si è tenuta nella Sala Igea di Palazzo Canonici-Mattei messa a disposizione dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

       Va rilevata l'importanza del convegno quale momento di collaborazione fra gli studiosi delle due sponde adriatiche nel comune intento di approfondire gli antichi legami fra popoli e civiltà che nell'Adriatico hanno trovato destini comuni. La presenza dell'Ambasciatore della Repubblica Socialista Federativa di Jugoslavia ha sottolineato il carattere scientifico della manifestazione.

       Le due giornate sono state aperte la prima dalla relazione del prof. Fulvio Salimbeni, che ha tracciato un quadro della storiografia italiana sulla Dalmazia nel periodo tra le due guerre, la seconda dal prof. Rade Petrovic, che ha preso in esame la storiografia jugoslava sulla Dalmazia nel XIX secolo. Sono poi seguiti gli interventi degli altri relatori su figure (Graciotti, Tucci) e momenti specifici della storia dalmata (Maserati, Pantic, Stipcevic) anche in relazione con la Repubblica di Venezia (Caccamo, Preto) con lo Stato Pontificio (Lucic), o con gli altri popoli balcanici (Veceva). Il prof. Fulvio D'Amoja ha invece trattato i rapporti italo-jugoslavi agli inizi degli anni Trenta.

       Sono attualmente in corso di avanzata preparazione gli atti del convegno.

Programma attività anno 1990

La Società Dalmata di Storia Patria intende continuare sulla strada tracciata dall'incontro italo-jugoslavo del maggio 1989 organizzando nell'autunno 1990 a Venezia, in collaborazione con il Centro Interuniversitario di Studi Veneti, un convegno su La Dalmazia dal Congresso di Vienna ai moti del '48. La manifestazione dovrebbe vedere la partecipazione non solo di studiosi italiani e jugoslavi, ma anche di studiosi austriaci e ungheresi.

        Il socio Alvize Zorzi terrà nel mese di marzo 1990 una conferenza su La Dalmazia nei diari di Marin Sanudo nella sede dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana e una successiva conferenza sarà tenuta dal socio Peter Sarkozy in data e su tema da definire.

        Nel corso dell'anno saranno dati alle stampe nel vol. XIV (N.S.3) a.1990 gli Atti del convegno del maggio 1989. Hanno già consegnato le relazioni i Proff. Lucic, Maserati, Preto, Petrovic, Tucci, Pantic e la Prof. Veceva.

        Il Comitato di Redazione del periodico "Atti e Memorie della Società Dalmata di Storia Patria" di Roma, sede via Zanardelli 1, rec. postale via dei Soldati 25, costituito dai Proff. G.ARNALDI, A.BUDROVICH, A.DURO, M. PAVAN, C.SCHWARZENBERG. Segretaria di Redazione: dott.ssa R.TOLOMEO; Tesoriere: ing.L.ZILIOTTO

        La rivista ha iniziato le sue pubblicazioni nel lontano 1926 anno di fondazione della Società, non con regolare periodicità. Interrotta nel periodico bellico la rivista ha ripreso la sua attività negli anni Settanta con andamento irregolare e con finalità di apertura del dialogo culturale in primis tra studiosi italiani, croati e serbi che studiano e lavorano sull'area adriatica, e più ampiamente tra gli studiosi che si occupano di Dalmazia nelle sue relazioni con le vicine aree europee. In questa ottica rientra la pubblicazione dei volumi di C.Jirecek su L'eredità di Roma nelle città della Dalmazia voll. IX, X, XI, e i volumi miscellanei con contributi di esperti italiani e stranieri che abbracciano i diversi campi della storia antica e moderna, dell'architettura, della linguistica.

        Il periodico è annuale. Ne vengono stampate 1.000 copie

        Il PRESIDENTE

        Prof. Massimiliano Pavan