curric carile

 

A N T O N I O   C A R I L E

I

RICONOSCIMENTI     NAZIONALI        E   INTERNAZIONALI

 

1- 1988     Roma, Socio della Società Dalmata di Storia Patria

2 - 1996   Mosca, Società panrussa dei Medievisti e Modernisti, socio onorario  "for extraordinary contribution in studia mediaevalia" (9 gennaio 1996)

3 - 1996  MELVIN JONES FELLOW 1996

4 - 1999 Menzione d'onore e titolo di "philos" dell'Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Post-Bizantini di Venezia, Ministero degli Esteri della Repubblica Greca, con medaglia  e diploma.

 

5  - 2000, 4 ottobre Medaglia della Università degli Studi di Catania per meriti negli studi bizantinistici.

6 - 2000, 27 novembre   Professore honoris causa della Università Lomonosov di Mosca (conferimento ufficiale del titolo il 17 maggio 2001  con seduta solenne del Senato Accademico della Lomonosov a Mosca).

7 - 2001,  luglio    Gli è stata conferita la scholarship di un mese da parte della fondazione Onassis di Atene da usufruire nel periodo settembre 2001-2002.

8 - 2002,  gennaio   Gli è stata conferita la qualifica di accademico effettivo della Accademia delle Scienze di Bologna.

9 - 2002,  gennaio    E' stato nominato membro dell' Advisory Board del  Congresso Internazionale sulla IV Crociata organizzato dalla Accademia di Atene per il 2004.

10 - 2002, settembre La Confederation International de Genealogie et d'héraldique  gli ha conferito il Prix Delenda 2002 per il suo lavoro Materiali di storia bizantina.

11 - 2002, 25 novembre  La Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna sede di Ravenna ha conferito una pergamena  sottoscritta da  cinquantasei  docenti e ricercatori inquadrati nella Facoltà, come  riconoscimento della attività di "fondatore della Facoltà e primo  preside" nel periodo 1996-2002.

12  - 13 dicembre 2003, Premio Unesco Trapani 2003 "per aver magistralmente  tracciato e divulgato , nel corso  della pluriennale attività accademica ed editoriale, la conoscenza dell'oriente bizantino e le sue relazioni  con l'occidente cristiano".

13    - P. FABBRI, L'Università a Ravenna. Illusioni e realtà, Ravenna, Il Girasole, 2003, pp. 101-126 oltre a valutazioni positive ricorrenti nel volume.

14    -  19 novembre 2005, Laudatio del patriarca ecumenico Bartolemeo I in San Vitale di Ravenna di fronte ad un pubblico internazionale in occasione del conferimento della laurea honoris causa in conservazione dei beni culturali da lui proposta alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali il 25 febbraio 2002.

II

ATTIVITA'   SCIENTIFICA

Ha elaborato in complesso 264 lavori a stampa, di cui 28 monografie. Le sue ricerche vertono sui seguenti campi di studio:

1      S t o r i a  d e l l' i m p e r o  b i z a n t i n o

 2      P h r a n c o c r a t i a (Dominio occidentale nel Levante greco)

 3      C r o n a c h i s t i c a   v e n e z i a n a

4      M e d i o e v o   o c c i d e n t a l e

 5      L e  s o c i e t à  l o c a l i   f r a  B i s a n z i o   e   a u t o n o m i a

6      A g o s t i n o  P e r t u s i

 7      I d e o l o g i a    p o l i t i c a   e  s i m b o l o g i a   i m p e r i a l e

8      L a   c i t t à   b i z a n t i n a

 9       B e n i  c u l t u r a l i

10     A n a t o l i a    c r i s t i a n a

ORGANIZZAZIONE  DEGLI  STUDI

1970 - 2010

                                  Ha sempre considerato dovere primario adoperarsi per la creazione di infrastrutture che consentissero lo svolgimento delle ricerche storiche e l'avviamento alla ricerca dei più giovani, debito di tradizione in cui si realizza, a parer suo, gran parte della missione del professore universitario. Si è adoperato di concerto con il Senato Accademico per la  fondazione della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna sede di Ravenna (1989-1996) e per la fondazione,  voluta dalla Provincia di Trapani,  del Corso di Archeologia Navale con sede a Trapani  (2000/2001),  dotato nel novembre 2002 con la sede della Capitaneria di Porto di Trapani e trasferito nel 2008 nell'attiguo  convento già dei Frati Minori di Trapani.

FONDI LIBRARI

Ha fatto acquisire alla cattedra di Storia Bizantina dell'Ateneo di Bologna - su finanaziamento ministeriale - la Biblioteca dello scomparso Agostino Pertusi (1918-1979) composta di oltre 7000 titoli.

1990   Ha fatto acquisire l'archivio di A. Pertusi alla Biblioteca Classense di Ravenna, che ha in corso la sua schedatura.

1991     Ha fatto acquisire la Biblioteca Tomaso Bertelé alla Biblioteca Classense di Ravenna, dove è attualmente schedata.

    Con l'acquisizione della Biblioteca A. Pertusi, della Biblioteca T. Bertelé  dell'Archivio A. Pertugi e con il Laboratorio di Cronache Veneziane e Ravennati Inedtie del Dismec, con accesso in internet dal marzo 2008,  Ravenna si propone come centro bibliografico bizantinistico e storico-veneziano di livello internazionale.

2000     Ha fatto acquisire alla Biblioteca Classense di Ravenna la biblioteca dell'italianista Eurialo De Michelis, con carteggi autografi dei maggiori autori italiani del Novecento.

FONDI DI RICERCA

                 Ha ottenuto fondi di ricerca investiti in pubblicazioni, prima fra tutte la "Rivista di Studi Bizantini e Slavi" poi "Rivista di Bizantinistica" ora "Bizantinistica, Rivista di Studi Bizantini e Slavi";  investiti in libri  e microfilm di bizantinistica presso la Facoltà di Magistero, Istituto di Discipline Storiche e Giuridiche e presso l'Istituto di Storia Medievale e Moderna della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Ateneo di Bologna. Tali fondi librari sono poi confluiti nel Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell'Ateneo di Bologna, dove sono stati trattenuti nel 1996, all'atto del trasferimento della cattedra di Storia Bizantina dalla sede di Bologna alla sede di Ravenna dell'Ateneo di Bologna.

               Nell'ambito del Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell'Ateneo di Bologna ha promosso una Sezione "Civiltà Bizantino-Slava", dove con fondi CNR ha costituito una stazione informatica per la schedatura dei documenti inediti della costa adriatica di pertinenza bizantina. La cattedra di Storia e Istituzioni della Chiesa Ortodossa è stata da lui promossa come pure l'inserimento dell'insegnamento di Lingua e Letteratura Armena, ora dotato anche di un posto di ricercatore.                            

                 Ha ottenuto (1999-2000) un finanziamento sul progetto europeo GIANO, con cui ha promosso un sito web di bizantinistica e documenti veneziani presso il Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali, sede di Ravenna; e ha finanziato la traduzione in italiano dei patti bizantino-russi del X secolo di A. Alberti,  editi da P.CATALANO e P. SINISCALCO, in stampa presso Herder a Roma.

              Ha ottenuto (2000) un finanziamento per un Master teledidattico europeo che coinvolge docenti spagnoli, greci e italiani (Teja, Chrysos, Tselikas, Vassiliadis, Carile, Panaino, Maltezou, Karpov).

             Ha ottenuto (2001-2005) un finanziamento del Ministero dei Beni Culturali per un progetto di schedatura, informatizzazione  e  apertura di un sito web di cronache inedite veneziane e ravennati  con sede presso la Biblioteca Oriani di Ravenna in funzione presso il Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna.  Il sito web è ora accessibile attraverso la Biblioteca Oriani.

                Ha ottenuto un finanziamento PRIN  2005.

                Ha ottenuto un finanziamento per scambi Italia - Spagna (2008-2010).

CONGRESSI INTERNAZIONALI

1 - 1987      E' stato il presidente del Comitato italiano composto dai professori Ovidio Capitani, Michele Colucci, Lodovico Gatto, Riccardo Picchio per Millennium Ukrainae Sacrum (988-1988) Congresso Internazionale per il millennio della cristianizzazione della Rus' kieviana, organizzato dalla Università di Harvard a Ravenna nei giorni 18-24 aprile 1988.

2  - 1989     Ha organizzato il congresso: "Agostino Pertusi 1979-1989: l'opera storiografica e filologica", Bologna 11 aprile 1989.

3 - 6    -   1988-1990     Ha organizzato i tre Workshops della International School for the Study of Eastern Europe, Erice 27-30 settembre 1988 "The Christianisation of Rus'", 24-30 settembre 1989 "International Cities and Interexchange Cities in the Slavo-byzantine Area" e 16-21 ottobre 1990 "International Exchanges and Processes of Colonization in Eastern Europe and the Near East".

7  - 1991     Ha organizzato il congresso "Galla Placidia e il suo tempo", Biblioteca Classense, 13/14 marzo 1991

8 - 1992-1994     E' stato il presidente del comitato scientifico internazionale delle CELEBRAZIONI TEODERICIANE, 1992-1994, insignite del Sigillum Magnum della Alma Mater Studiorum (13 marzo 1992) e inaugurate con la Sessione Inaugurale "Teoderico e i Goti tra Oriente e Occidente", Ravenna 28 settembre 2 ottobre 1992.

9 - 2000-2001     Ha organizzato assieme al prof. Bonamente della Università di Perugia il congresso internazionale su Costantino, Ravenna, 5-7 aprile aprile 2001.

10 - 2001 -  Ha organizzato assieme al prof. Sergej Karpov della Università Lomonosov di Mosca il congresso Byzantine Multimedia tenuto a Mosca il 15-17 maggio 2001.

 11 - 2003 -        -    E' stato chiamata dalla Accademia di Atene a far parte del Comitato scientifico dell'International Congress The Fourth Crusade and its Consequences, Atene 9-12 marzo 2004.

 12          -   2002-2004  -  Ha presieduto il comitato scientifico che ha organizzato,   la  XVII Settimana Internazionale di Studio della Fondazione Centro di Studi sull'Alto Medioevo, Ravenna 6-12 giugno 2004, Ravenna da capitale imperiale a capitale esarcale.

PROMOZIONE DEGLI STUDI

1. Ha promosso la istituzione del dottorato di ricerca "Società regalità sacerdozio nella metodologia filologica, storica e antropologica (V-XVI secolo)" sede amministrativa Bologna (1991 - 1998) e poi Ravenna (1999 - 2004) divenuto dal 2005 Bisanzio ed Eurasia secc. IV-XVI.

  2. Ha promosso nell'ambito della Università degli Studi di Bologna la costituzione della sede di Ravenna con la istituzione del Corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali della Facoltà di Lettere e Filosofia, a.a. 1992/1993 - 1995/1996, la istituzione della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali (1996/1997) e del Dipartimento Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali, 1998.

3. Ha promosso la istituzione di un posto di tecnico per i papiri ravennati, attualmente presso il Dipartimento di Storia Antica dell'Ateneo di Bologna;  di due posti di ricercatore del gruppo L06D Civiltà Bizantina e uno di L01X Storia Medievale, di un posto di I fascia di L06D Civiltà Bizantina attualmente presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali.

  4. MURST MBCA, Commissione Nazionale per il Corso di laurea e Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, membro (23 IV 1992 - 1 V 1993); MURST Comitato per il riordino della tabella di studi delle Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, 1998

5. Atene, Fondazione Europea della Cultura,  Fondazione Nazionale delle Ricerche, organizzazione del Cours d'été: Les feodalismes dans la Méditerranée orientale: un processus de transculturation, (9-19 settembre 1992)

  6. Ha ottenuto un finanziamento europeo per il progetto Byzantine Multimedia, 1997-1999, nell'ambito del progetto GIANO, promuovendo una serie di giovani studiosi con finanziamento di ricerche e pubblicazioni (F. Fiori, A. Nanetti, A. Parmeggiani, G. Vespignani, A. Alberti).

7. Corpus delle cronache veneziane inedite su finanziamento del Ministero dei Beni Culturali con fondo presso la Biblioteca Oriani di Ravenna (2001-2005) iniziativa che ha comportato la promozione di una serie di giovani studiosi con finanziamento di ricerche e pubblicazioni (E. Chiadini, F. Fiori,  C. Negri di Montenegro, A. Nanetti, A. Parmeggiani, G. Vespignani, M. Bezzi, M. Manini). Ha costitutito a tal fine un Laboratorio di cronache veneziane  presso il Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna in Ravenna, cui l'Ateneo ha fornito dal 2006 un posto di tecnico.

  8 - 2001, Bologna, Fondazione Zeri, socio fondatore.

 

A N T O N I O     C A R I L E                 -          C u r r i c u l u m            V i t a e

1940     

     Nato a Pesaro il 12 aprile 1940,  dopo aver appreso il latino dal prof. LUIGI BONUCCI e il greco dal prof. VINCENZO TAMINO, si diplomò al Ginnasio "Lucio Accio" con la media di 8.5/10 e al Liceo Classico "Terenzio Mamiani" di Pesaro, con la media dei 9/10.

1959-1963 

     Borsista del Collegio Augustinianum di Milano dal 1959 al 1963, conseguì con lode e dignità di stampa la laurea in Lettere Classiche, nell'anno accademico 1962-1963, presso l'Università Cattolica del S. Cuore di Milano, dopo aver discusso una tesi di argomento bizantino, elaborata sotto la guida del prof. Agostino Pertusi.

1963-1970  

      Venne avviato subito dal professor Agostino Pertusi ad un corso di specializzazione in studi bizantini e veneziani presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia. Si avvalse principalmente della guida del prof. AGOSTINO PERTUSI (1918-1979) e di Padre RAYMOND-JOSEPH LOENERTZ (1900-1976), presso l'ambiente internazionale della Fondazione G. Cini di Venezia, animato in quegli anni dal professor VITTORE BRANCA (1916-2004), segretario generale della Fondazione. Nel 1964 ha seguito lezioni dei dottori Raimondo Morozzo della Rocca e Luigi Lanfranchi presso la Scuola di Paleografia dell'Archivio di Stato di Venezia. E' stato in rapporto di studio con gli studiosi dell'Istituto Ellenico di Venezia, in particolare con i direttori prof. Sophia Antoniadis,  prof. Manoussos Manoussakas e prof. Chryssa Maltezou.

                                                       1963-1964  

       Dal novembre l963 al luglio 1964 usufruì della borsa di studio intitolata a  Paolo Lamma, erogata dalla Università Cattolica del S. Cuore di Milano.

                                                        1964-1965  

       Dall'agosto 1964 all'ottobre 1965 usufruì di una borsa di studio concessa dalla Fondazione G. Cini.

                                                        1965-1970

       Dal novembre 1965 venne assunto come segretario dell'Istituto "Venezia e l'Oriente" della Fondazione G. Cini di Venezia, dove entrò in contatto con la personalità di Amalia Pezzali, fondatrice della Scuola per la Civiltà Indiana, poi dal prof. Branca ridimensionata a Istituto "Venezia e l'Oriente" . Nella  funzione di segretario dell'Istituto si trovò, per cinque anni, a collaborare alla costituzione della sezione bizantinista della biblioteca dell'Istituto e alla attività scientifica, editoriale ed organizzativa dell'Ente Veneziano, anche in veste di segretario di redazione (1965-1970) della rivista "Studi Veneziani".

                                                             1971  

          Conseguì la libera docenza in Storia Medioevale (commissione composta da Gina Fasoli,  Luigi Gatto, Giuseppe  Martini,  Ernesto Pontieri, Giuseppe Tabacco, (D.M. 21 giugno 1971) e venne iscritto all'albo dei Liberi Docenti  della Facoltà di Magistero dell'Ateneo di Bologna.

                                                             1976  

                    Risultato  vincitore del concorso n. 42 indetto nel 1974, (commissione composta da Ovidio Capitani, Emilio Cristiani, Luigi Galasso, Cinzio Violante, Tommaso Zerbi),  venne nominato professore straordinario di Storia Medioevale presso la Facoltà di Magistero dell'Ateneo di Bologna a decorrere dal l gennaio l976 ed ordinario a decorrere dal l gennaio 1979.

                                                             1979

          Dal l novembre  1979 divenne professore ordinario di Storia Bizantina presso la  Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Ateneo di Bologna.

                                                             1996

          Dal l novembre 1996 trasferì per sua volontà e scelta  la cattedra di professore ordinario di Storia Bizantina presso la  Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna, sede di Ravenna.

                                             ATTIVITA'   AMMINISTRATIVE UNIVERSITARIE

1976-2008

 

                    Ha ritenuto suo dovere civile impegnarsi nella amministrazione universitaria,  per favorire lo sviluppo delle strutture didattiche e di ricerca:  esse sole permettono uno svolgimento adeguato e senza condizionamenti del lavoro di didattica e ricerca universitaria e ne assicurano il radicamento istituzionale, al di là delle singole vicende personali di studiosi, più o meno apprezzati, ma destinati comunque ad un ciclo determinato.

                   Ha favorito la nascita della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali (1989-1996) e del Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali (1998), del Corso di Archeologia Navale di Trapani (2000),  nella convinzione che i beni culturali costituiscano il terreno in cui si ricompongono le apparentemente divaricate specializzazioni umanistiche e scientifiche e in cui il lavoro didattico e il lavoro di ricerca vengono finalizzati ad un compito sociale indilazionabile per uno stato moderno.

                  Si è prodigato per la assunzione di giovani ricercatori e professori (32 persone dal 1988 al 1996 nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Ateneo di Bologna; 37 unità dal 1996 al 2007 nella Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Ateneo di Bologna, sede di Ravenna), nella convinzione che la Università sia comunità di ricerca e non solo complesso di edifici, secondo la definizione che di città dava nel VI secolo Isidoro di Siviglia.   

                      E' convinto che la ricerca di base sia compito dello Stato Italiano: nessun privato o pubblico mecenate, al di là delle valorizzazioni di occasione,  intende assumersene l'onere. Le nuove forze da adibirsi alla ricerca sono a suo avviso un investimento di massima produttività, non una spesa gravosa o superflua: l'investimento in ricerca produce ricchezza culturale, civile ed economica; produce continuità e sviluppo scientifico;  la contrazione di tale investimento si traduce in un impoverimento del Paese e in una minor  valorizzazione delle sue ricchezze storiche e archivistiche, che in campo umanistico ne fanno un centro mondiale insostituibile.

        Gli furono affidati i seguenti impegni negli organi dell'Ateneo di  Bologna:           

1976-1977    1.   Segretario - Facoltà di Magistero a.a. 1976-77

1977-1979   2.    Preside - Facoltà di Magistero aa. aa. 1977-79

1979-1982 3. Responsabile della Sezione di Discipline Storiche del Medioevo dell'Istituto di Storia Medioevale e Moderna della Facoltà di Lettere e Filosofia

1979-1981     4. Consigliere dell'Opera Universitaria  di Bologna

1981-1982     5. Presidente dell'Opera Universitaria di Bologna

1982-1989     6. Membro della Giunta del Dipartimento di    Paleografia e   Medievistica

1980-1992    7. Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in  Storia Indirizzo Medioevale

1983-1987    8. Commissario per i finanziamenti delle    ricerche  60%   comitato 011 e presidente del  comitato 011 a.a. 1985-1986

1988-1996   9.   Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia

1989-1995  10.  Direttore della Scuola diretta a fini speciali per Archivisti, sede di Ravenna

1989-1996 11. Presidente del Consiglio di Amministrazione della    Fondazione Bottrigari                

•1992-1993   12.  Presidente della Commissione Borse di studio    post-dottorali comitato 09, 010, 011

                    13.    MURST MBCA, Commissione Nazionale per il                   corso di Laurea e Facoltà di Conservazione dei    Beni Culturali, membro (23/IV/1992 -  31/VIII/1993)

                   14.    Presidente della Comissione Borse di studio    per l'estero, 1992, comitato 011

1993-1994    15.   Membro della Commissione Borse di studio per    l'estero, comitato  011

1991-1996    16.    Rappresentante del Comune di Ravenna nel Consiglio Direttivo dell'Ente "Casa Oriani"

1996-1998    17.    Gruppo di lavoro del Ministero della    Università e della Ricerca Scientifica e    Tecnologica sulla Ricerca e Formazione  Universitaria nel settore dei Beni Culturali

1996-2002    18.    Preside della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali della Università degli Studi   di Bologna, sede di Ravenna

1999-2001    19.    Membro della Commissione Bilancio di    Ateneo.  

                 E' stato preside di Facoltà per sedici anni  accademici (1977-1979, 1988-2002). Le cariche universitarie bolognesi fino all'a.a. 2001-2002 sono state a titolo gratuito, con onere personale di premio per assicurazione contro  eventuali danni amministrativi.

2003-2009    20.    Fondazione CISAM SPOLETO

                         E' stato eletto membro del Consiglio di Amministrazione (2003-2006, 2006-2009) del Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo, giunto nel 2002 al suo cinquantesimo anno di attività.

2003 - 2007     21. Direttore del Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dal 14 maggio 2003.

                                                   ORGANISMI SCIENTIFICI

           E' stato chiamato a far parte dei seguenti organismi:

  1 -   1970 -     Deputazione di Storia Patria per le Venezie,  socio corrispondente esterno

2 -   1974 -  Deputazione di Storia Patria per le Marche, socio corrispondente dal 1974 (D.P.R.      26/1/1974 n.o 851)

  3  -  1980 -     Istituto Siciliano  di Studi Bizantini e  Neoellenici di Palermo: socio ordinario dal 1980, membro della Giunta direttiva dal  febbraio 1987 al dicembre 1996

4 -     1980  -   UNESCO-MAIRSK (Associazione Internazionale per  lo Studio e la Diffusione delle Culture   Slave), Comitato Italiano

  5 - 1980-1994 - Associazione Nazionale di Studi Bizantini,     Comitato Direttivo

6  -     1980   -   Associazione Internazionale per lo Studio del Sud-Est Europeo, membro dal 1980

  7 -     1984   -   Deputazione di Storia Patria per le Marche, socio deputato (D.P.R. 16/4/1984 reg. C.C.  7/6/1984 G 07319)

8 -      1985   -   Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo,   Spoleto, membro del Consiglio dal 12 aprile  1985

  9 -      1986   -   Society for the Study of the Crusades and the Latin East, membro del consiglio dal gennaio  1986

10 -    1986   -  Fondazione  Lorenzo Valla, Roma, socio dal      settembre 1986

  11 -    1989 - ...   -  Consiglio di Amministrazione della Fondazione   "Ravenna Manifestazioni"

12 - 1988-1990 - Co-direttore con il prof. Omeljan Pritsak di Harvard della International School for the  Study of Eastern Europe, Ettore Majorana Center for Scientific Culture, Erice

  13 -    1989-2002 - Consiglio di Amministrazione della Fondazione     Flaminia di Ravenna per le istituzioni  universitarie in Romagna

14 - 1990-1991 - Membro del Comitato Scientifico della   Fondazione «Ravenna Capitale» di Ravenna

  15 - 1992-2002      -   Accademia delle Scienze di Bologna, socio corrispondente  della Classe di Scienze Morali

16 -  1992- ... - Istituto Lombardo di Scienze Lettere e Arti,    Classe di Scienze Morali

  17 - 1992-1996           - Istituto per i beni artistici, culturali e   naturali della Regione Emilia-Romagna, membro   del Consiglio direttivo (decreto n. 164, 8/IV/1992 del Presidente della Giunta  Regionale Regione Emilia-Romagna)

18  -  1990-...      -  Socio della Archaiologikè Hetaireia di Atene

  19 -   1993 - ... Atene, Fondazione per la Cultura Greca, membro  corrispondente del  comitato

20 -  1994 -...      -  Roma, Istituto Italiano per il Medio ed  Estremo Oriente,  poi ISIAO (dal 1996), socio ordinario (1994 -1996)

  21  -      2002 -...     -   Accademia delle Scienze di Bologna, socio ordinario  della Classe di Scienze Morali

                                        ATTIVITA'  EDITORIALE

      Ha personalmente promosso dal 1978 al 2010 70 volumi e   21  annate di rivista a carattere bizantinistico e a collaborazione internazionale  dal 1981 al 2010.

                 

                                 CONGRESSI E CONFERENZE 1965-2010

               E' stato invitato a partecipare, con contributi personali - comunicazioni e relazioni - ai seguenti congressi e a tenere le seguenti conferenze, per un complesso di 12 lezioni pubbliche all'estero su 364 complessive nella sua carriera fino ad ora. 53 lezioni registrate vengono videotrasmesse a ciclo continuo dal 2000  (HYPERLINK http://nettuno.stm.it/nettuno/italian/search/search.htm/).

               Ha collaborato per oltre venti anni con i professori Paolo Siniscalco e Pierangelo Catalano nella loro iniziativa "I Seminari Internazionali Da Roma alla Terza Roma". Ha collaborato con il compianto mons, Luigi Padovese come relatore nei suoi congressi in Turchia per diciotto anni fino al suo assassinio il 3 giugno 2010.

 

 

    Il curriculum esteso è pubblicato presso l'Editore Longo di Ravenna (A. CARILE,  Le opere e i giorni (1964-2010), Ravenna 2010, pp. 167.

  ottobre 2010

 

torna alla lista dei soci